MOSTRA MAIL ART SPAZIO

MOSTRA MAIL ART SPAZIO

A chiusura delle iniziative culturali e artistiche “Voci di Notte” 2021, l’Associazione ECHORAMA in collaborazione con il Comune della Città di Casale Monferrato (AL) ha organizzato la mostra internazionale di Mail Art “SPAZIO”.

Il percorso espositivo è stato ospitato presso il Torrione Sud/Est del Castello del Monferrato, dal 4 dicembre 2021 al 9 gennaio 2022.

Inaugurata Sabato 4 Dicembre 2021 alle ore 11.00, la mostra ha presentato al pubblico le 244 opere d’arte in formato cartolina di 165 artisti di 24 paesi del Mondo: Argentina, Austria, Belgio, Brasile, Cile, Costa Rica, Danimarca, Francia, Germania, Giappone, India, Italia, Messico, Perù, Polonia, Portogallo, Romania, Russia, Serbia, Singapore, Spagna, Stati Uniti, Turchia, Ungheria e Venezuela, ricevute per il progetto di Mail Art sul tema “SPAZIO” svoltosi nel corso del 2021.

L’esposizione delle mail art è stata accompagnata e arricchita da opere di artisti monferrini che hanno partecipato al progetto di arte postale: Aro Maria Altieri, Nadia Beltramo, Matt Bicon, Carlo Cattaneo, Albina Dealessi, Paola Gino, Piergiorgio Panelli, Nadia Presotto e Carla Santeni.

Il tema “SPAZIO”, che si apriva a tutti i possibili significati del termine, come lo spazio fisico, lo spazio cosmico, lo spazio sociale, lo spazio interiore, ma anche lo spazio metafisico e simbolico, etc…, è stato ispirato dalla tematica dello spazio costruito e raccontato nella “Divina Commedia”, nell’Anno del 700° Anniversario della morte di Dante Alighieri.

La mostra ha accolto molti visitatori nel periodo natalizio, ed ha raccolto davvero molto interesse e apprezzamenti per una forma d’arte meno conosciuta, soprattutto per il dialogo di stili e tecniche diverse che ha presentato, grazie all’esposizione di opere di artisti di tutto il Mondo.

MEDIA & PROMO

Foto album

Album immagini della Mostra "SPAZIO" online su One Drive - cliccate l'immagine per visionare l'album completo

Video

PROMO

LOCATION della mostra

IL CASTELLO DEL MONFERRATO

La mostra internazionale di Mail Art SPAZIO sè stata ospitata in uno dei 4 Torrioni del Castello del Monferrato o Castello dei Paleologi.

Costruito per volere del marchese di Monferrato Giovanni II Paleologo, la sua edificazione fu terminata nel 1357.
Nel 1474 Casale ottiene il titolo di città e anche una propria diocesi, e il Castello, sede della corte marchionale, cambia volto in seguito alle ristrutturazioni dei marchesi Guglielmo VIII (1464-1483) e Bonifacio V (1483-1494).
Nel ‘600, con il passaggio del Monferrato ai Gonzaga di Mantova, in seguito allla morte dell’ultimo marchese della stirpe dei Paleologi, il Castello assume l’attuale forma esagonale, ne vengono rafforzate le torri e costruiti quattro nuovi rivellini.

Dopo un periodo di fulgore, con la crisi della dinastia gonzaghesca, il Castello di Casale va incontro ad un declino inarrestabile. Dopo il passaggio del Monferrato ai Savoia, nel 1708, il Castello viene utilizzato come caserma militare.
A metà del secolo XIX Casale viene fortificata in previsione di una guerra con l’Austria e anche il Castello viene inglobato nella struttura difensiva. I rivellini però vengono tutti demoliti dai Savoia con l’avvento dell’Unità Italia, lasciando spazio alla creazione dell’attuale Piazza Castello, sotto cui si conservano ancora i resti di queste strutture.

Il Castello resta sede di caserma militare fino agli anni ’70 del secolo scorso. Successivamente il complesso viene abbandonato fino i primi anni 2000, quando iniziano la rinascita e i restauri, ancora in corso, che fin’ora hanno resituito l’uso delle sale attorno al primo cortile per mostre ed eventi culturali, mentre è in corso la ristrutturazione del secondo cortile.

Oltre che sede di eventi, il Castello è anche sede permanente della Biblioteca Civica dei Ragazzi, dell’Enoteca del Monferrato (in riapertura), del Centro documentale della D.O.C. e del punto IAT di informazioni turistiche.